Skip to topic | Skip to bottom
Home

Tesi
Tesi.IMSr1.1 - 25 Sep 2004 - 16:57 - RobertoCorradettitopic end

Start of topic | Skip to actions

2.3.3.3 IMS

In questi ultimi periodi si sta affermando sempre più lo standard IMS. L’IMS ha creato raccomandazioni per quasi tutti gli aspetti di una piattaforma LMS per corsi on-line. La lista dei campi interessati dalle raccomandazioni IMS è nella tabella sottostante:

Accessibility Insieme di specifiche volte a garantire la possibilità a studenti disabili di poter seguire i corsi tramite l’utilizzo di interfacce alternative alle tradizionali (ma comunque equivalenti) e grazie ad un ambiente flessibile.
Competency Definition Insieme di specifiche che servono per rappresentare le caratteristiche chiave di una competenza,indipendentemente dall’uso. Per competenza si intendono i risultati,le abilità, i lavori, le conoscenze relative ad uno studente.
Content packaging Queste specifiche hanno il ruolo di raccogliere materiale didattico in forma di corso o collezione di corsi e renderlo un pacchetto interoperabile
Digital Repositories Queste specifiche servono a garantire l’interoperabilità tra archivi digitali, anche di differente schema, sulle funzioni più classiche di archiviazione. (ricerca, inserimento…)
Enterprise Insieme di specifiche che intendono garantire l’interoperabilità di un LMS con una classe di sistemi d’impresa: sistemi di risorse umane, sistemi di amministrazione studenti, sistemi di istruzione all’amministrazione, sistemi di gestione librerie.
Enterprise Services Queste specifiche illustrano il modo in cui i sistemi gestiscono lo scambio di informazioni che descrivono le persone, i gruppi, le organizzazioni nel contesto dell’e-learning
Learner Information Insieme si specifiche che servono a rendere interoperabili i dati relativi a uno studente o a un gruppo di studenti o relativi a chi crea contenuti. L’obiettivo di queste specifiche è definire un set di packages per importare o esportare dati tra Learner Information server compatibili con lo standard IMS
Learning Design Insieme di specifiche che rende possibile l’utilizzo di pedagogie diverse. Tuttò ciò grazie ad un linguaggio generico e flessibile
Meta-Data Insieme di specifiche utilizzate per descrivere i contenuti formativi. Molto simile al LOM.
Question & Test Interoperability Insieme di specifiche che descrivono un modello per la rappresentazione dei dati relativi alle domande, ai quiz e al resoconto delle risposte
Resource List interoperability Questa specifica illustra come un insieme di meta-dati strutturato può essere scambiato tra sistemi che salvano e espongono risorse allo scopo di creare una lista di risorse. Un LMS grazie a questa specifica potrà prelevare contenuti da altre fonti di contenuti. La lista di contenuti è cosi interoperabile.
Shareable State Persistence Questa specifica consente di tener traccia dei vari stati dell’attività di uno studente. Ogni avanzamento dello studente viene salvato in un “bucket” ed è riutilizzabile oltre che interoperabile
Simple Sequencing Questa specifica definisce un metodo per permettere all’autore dei contenuti di imporre un determinato percorso nel seguire e superare le lezioni.
Vocabulary Definition Exchange Questa specifica definisce una grammatica per lo scambio di liste di valori relativi a varie classi generiche. Queste collezioni sono chiamate per l’appunto vocabolari e sono insiemi di valori interpretabili dal computer accompagnati dalla spiegazione di come possono essere utilizzati

Analizziamo la parte più interessante e cioè quella relativa al content packaging. Le specifiche dello standard IMS sono sempre in continua evoluzione e la versione che esaminerò è l’ultima rilasciata, la 1.1.3. come già accennato nella tabella questa specifica ha il compito di descrivere la struttura usata per assemblare le unità didattiche e renderle interoperabili con i tool di authoring, con i Learning Management System e con i Run Time Environments . Il package IMS, come si può anche vedere dalla figura 8, consiste di due elementi principali: un file XML che descrive l’organizzazione dei contenuti e delle risorse nel pacchetto e il file vero e proprio descritto dall’XML. Il file XML è chiamato IMS Manifest proprio perché la descrizione del contenuto è presentata sotto forma di manifesto. Una volta che un package è stato incorporato in un file pronto per essere utilizzato allora viene chiamato Package Interchange File (PFI).

8.JPG

Figura 8: IMS Package fonte: http://www.imsglobal.org

Riepilogando il PFI è un file generalmente di estensione .zip .cab. jar, che include un altro file chiamato IMSmanifest.xml e altri file fisici come descritto nel manifesto. Il package è una directory logica contente anch’essa uno speciale file XML, tutti i file di controllo relativi ad esso (DTD o XSD file) e una serie di risorse concrete. Queste risorse possono essere organizzate in sotto-livelli contenti:

  • Top-Level Manifest: contiene un oggetto XML obbligatorio che descrive il pacchetto stesso. Possono poi essere presenti altri sottomanifesti opzionali. Ogni manifesto contiene le seguenti sezioni (guardare la figura 9)

    • Meta-data Section: un elemento XML che descrive il manifesto per intero

    • Organizations Section: un elemento XML descrivente nessuna, una o organizzazioni multiple del contenuto del manifesto

    • Resources Section: un elemento XML contenente i riferimenti a tutte le risorse e a tutti gli elementi multimediali necessarie ad un manifesto incluso i meta-data per descrivere le risorse e i riferimenti a file esterni

    • Submanifest: uno o piu manifesti opzionali, logicamente annidati rispetto a quello principale

  • Phisycal File: elementi multimediali, file di testo, grafici e altre risorse cosi come descritto nel manifesto. Le risorse fisiche possono essere organizzate in sotto-directory

Il package quindi rappresenta un unità di contenuti usabili (e riutilizzabili). Può anche essere parte di un corso che ha una rilevanza educativa al di fuori di un corso organizzato e può essere distribuito indipendentemente, come un intero corso o come collezione di corsi. Quando un package arriva ad essere utilizzato da un LMS esso può essere integrato in altri packages. Un package può girare anche da solo dato che contiene tutte le informazioni necessarie per usare i contenuti al suo interno. I packages non devono necessariamente essere incorporati in un PIF. Esso può anche essere distribuito in CD-ROM o in qualsiasi dispositivo di massa anche senza essere compresso in un unico file. Un file manifesto IMS e tutti i file XML di supporto richiesti (DTD, XSD) devono comunque essere alla radice dei contenuti.

9.JPG

Figura 9: struttura di un manifesto XML http://www.imsproject.org

Queste erano le caratteristiche principali della specifica che garantisce l’interoperabiltà dei contenuti didattici. Per una descrizione dettagliata delle altre specifiche si può consultare il sito della IMS ( http://www.imsproject.org) dove vengono illustrate tutte le specifiche in maniera molto approfondita.

-- RobertoCorradetti - 25 Sep 2004


to top

I Attachment sort Action Size Date Who Comment
8.JPG manage 15.7 K 25 Sep 2004 - 16:55 RobertoCorradetti Figura 8
9.JPG manage 42.8 K 25 Sep 2004 - 16:59 RobertoCorradetti figura 9

Copyright © 1999-2018 by the contributing authors. All material on this collaboration platform is the property of the contributing authors.
Ideas, requests, problems regarding Fabio's Wiki? Send feedback